La notte delle stelle…

Quando le stelle

illuminano di brillio

in quell’infinito notte

i corpi dell’intreccio

sembrano ammiccare

…di sacralità

le luci d’occhi stelle

che prendono sembianze

di splendore argenteo.

Si luccica nell’anima

quando prendi tenerezza

quando assaggi baci arditi

quando vivi corposità.

Spacchi l’infinito

ogni volta stretto

ogni volta libero

ogni volta frenesia

mentre l’arroganza di gestualità

fa vivere l’inferno

e poi il paradisiaco d’oltre

allorchè le stelle poggiano

l’argento di un manto

nella nudità altra

di fragilità…di comunione

di soavità…di grazia

mentre il grazie impera

nella notte degli amori

nella notte delle stelle

e muori e vivi e poi

rinasci nell’interiorità…

  (305)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag