D’argento pieni…

Giornata gelida di vento

quello buferoso di mare

che stravolto da furia

sembra cavalcar di rabbia

incontro allo sparger di sè

…esprimoso di vita.

Gabbiani…tanti

volano alti senza pace

continui di grida

quasi ad unirsi al vento

che li fa sembrar fermi

galleggianti nel cielo

d’uguale colore del mare.

Spaziano uniti

il gruppo è vicino stretto

quasi a sfiorar con l’ ali

nuvole bombate correnti

anch’esse sbuffanti di vento

che crea la corsa felice

senza meta se non l’orizzonte

quasi che dovesse mangiarle

quasi che volesse annullarle

per dar spazio al blu

di quel colore pulito

che sembra una lavagna nitida

dove puoi scrivere con l’anima

il nome dell’eletto tuo

visualizzato di sorriso

mentre il vento arruffa

riccioli ribelli d’argento pieni… (389)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag