Per troppi…

Preso da un disagio tremendo

quando non si può per mancanza

…riermpire le borse

…riempire le anime

…riempire le desiderabilità

d’ognuno che non può

d’ognuno che non sa

d’ognuno che è perso proprio perso.

Penso al disagio lama

quando si desidera un qualcosa

…riempire le pancie

…riempire la festività

…riempire gli occhi

d’ognuno di leccornie

d’ognuno di gioia individuale

d’ognuno di piccolezze riempitive.

Penso al disagio evidente

quando si devono aggiustare bilanci

riempire l’elenco sì…sbarrando un no

riempire l’illusione sì…con speranza zero

riempire l’istinto sì…con il diniego

d’ognuno di desideri innocenza

d’ognuno di freddezza di calore

d’ognuno di solitudini camuffate.

Penso al disagio d’oggi

d’economie impoverite non scelte

imposte da mercati nelle leggi

che ad ogni rinuncia d’ognuno

lascia ancor più stelle di lontananza

che le guardi senza poterle toccare…

  (308)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag