Io so…


Io so…quanto i due

che adesso hanno gridato

…sono felici

d’essere gabbiani liberi

e nel grido…c’era gioia

mentre il mio sguardo

era dentro il loro grido

come se l’avessi fatto io

al posto loro…io

gonfiando d’ampiezza

il petto umano

pigro e…non abituato

ad esprimere gridando

..l’angoscia del dolore

..la gioia dell’esistere.

Quando ho gridato

c’era l’eco del dolore

che…spaccava l’Universo

di quanto…dolore pieno.

Quando ho gridato

c’era grido d’esistenza

ed è..purezza che s’apre

…come una folata di vento

…come un onda argentea

…come un afflato cosmico

che spacca l’anima

e la trasforma…in pianto

nell’emozione d’un grido

di due gabbiani liberi

che volano nel blu

mentre io guardo e…ascolto…

  (235)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag