La stessa medaglia…

Il mare d’inverno

è sempre una grandiosità

specialmente con una giornata

…così paradisiaca

dove sono a godermi

…la risacca delle onde

che nel ritmo loro

accompagnano,il perdersi.

E’ un perdersi d’eterno

come un tempo fermato

nello stop d’universo

che…a pensarlo

è tutto raccolto

…nell’eternità.

Potrei ora essere

una donna di gusto ottocentesco

oppure una senza vesti di stoffa

ricoperta di foglie o di pelli

oppure una che aspetta sulla riva

…lo sposo partito per guerra

ed essere uguale a quella figura

che mi appartiene ora

…in questo tempo.

La stessa donna…nel tempo

la stessa faccia…nel tempo

la stessa anima…nel tempo.

E…lo spazio

anche quello così simile

qui o altrove o…chissà

sempre la stessa figura

che appartiene alle mille me

o…alle cento me…non so

ma siamo la stessa medaglia…

  (110)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag