Costante…

L’infelicità è diffusa

come una costante

che non abbandona

quell’umano che è grande

e non s’accorge manco

…di quanto lo è.

Dispiacermi di ciò

è non poter che piegarmi

nella mestizia cheta

di arresa all’evidenza

d’insanità così avanzata

quando osservo e peso

senza un briciolo di giudizio

da cui mi distanzio.

Vedo la guerra nelle case

tra consanguinei poi

è il massimo d’incomprensioni

che saettano come boomerang

a decapitare poteri di ruoli

ad uccidere le speranze singole

dentro un marasma esistenziale

che non lascia fuori nessuno.

Come nel piccolo così nel grande

e allora pure la terra sconvolta

nel disequilibrio di potere

nell’egoismo di fazioni

s’erge a creare caos distruttivo

che decapita le stabilità di popoli

che uccide gli ideali aspiranti

mentre muore la grandezza dell’umano! (290)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag