Squarciate quasi…

Il silenzio rende

…ciò che si è

chiunque si è

e ciò è diretta fuga

come fosse l’assurdità

non trovando mai pace.

In questo insieme di gabbiani

…che a gruppo d’urlo

segnano l’inizio d’apertura

con quella fuga che è visibile

la ricerca d’un posto preciso

da cui cominciare a spiccare

il volo d’apertura dentro il mare

…impazziti di dolore

cercano se stessi dentro l’urlo.

L’umano che è assai strano

non cerca mai…in quel silenzio

di trovare…la propria apertura

…nelle ali d’un anima

che è lì…che bussa lievemente

nel permettere dentro il proprio

…personale silenzio

di espandersi nelle ali di sè

come arrotolata dentro pieghe

…grinzose di perchè

squarciate quasi…le pieghe

sono dolore dell’uomo senza silenzio

sono pianto dell’uomo senza silenzio.

Le pieghe raggrinzite di dolore

possono diventare nel silenzio

l’amore dell’assurda fuga…

  (376)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag