Giochi…

Il castello del mio inconscio

regge la bellezza individuata

in quel stare a guardia

come se la bellezza calpestata

d’una fantasia fruttuosa

dentro la favola della vita

fosse quel gioco dei perche’ infiniti

fosse quel rincorrersi a nascondino.

Sono giochi di fanciullezza

…eterea di bellezza

che sono solo l’inizio

accompagnoso di purezza.

Il castello del mio inconscio

sembra la favola mia

nei sogni d’avverarsi

nei giochi da vivere

quelli che diventano canto

quelli che sono veri davvero

dopo il dolore di aver perduto

il giusto gusto d’esser creatore

insieme a braccetto

tra l’io e il non io

tra luci di saggezza e bui di profondità

tra me e il castello di vita

che può diventare ciò che vuoi

guardiano ancora

o regnante d’infinito

quando i fantasmi riescono a vedersi

quando i visi sono solo amore

e ti specchi nel mare tuo…

  (232)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag