Ora…

Lo specchio di mare

di prima mattina è

l’energia d’uno sguardo

come se attraverso il guardare

si riempisse il corpo di purezza

in quel carico di silenzio

in quell’attesa del sole

in quell’inizio d’un giorno.

Sarà speciale caricato

nell’afflato col tutto

quando pace è dinnanzi

nell’eterno divenire spiegato

perduto dietro il passato

che annuncia l’oggi…il presente.

Ora…è … ora… afferro

ora…sono … ora…voglio

non c’è istante più grande

in quell’afferrante…ora.

Ora…vivo…ora ascolto

ora…penso…ora

e m’accorgo dell’odore di vita

in quel dire…ora.

Odori… l’ora…osanni… l’ora

dietro gabbiani volanti

urlanti dell’aria pulita

verso l’isola dei desiderii

nella sosta dell’attimo

in un volo…in un batter d’ali

riempito di vento

rompendolo il vento…

  (82)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag