Che sfiora…ora…

Rondini e…gabbiani

sono in avanscoperta

per sondare l’umore

d’un birichino mosso

che sfiora…per ora…il mattino

dispiegando un richiamo

che odora di mare.

Si muove così prorompente

nel sinuoso suo moto

che l’ondeggio fascinoso

ammalia ed incanta

lo sguardo intrecciato

quasi aggrovigliato anch’esso

tra le arrotolanti spume

invitanti alla gioia

al solo pensiero bambino

…d’arrotolarsi dentro

e…ridere e…ridere

di schizzi lanciati alla vita

come averla davanti

personificata di triste

e…schizzarla di botto

…per farla ridere

quella signora seriosa

fulgida di possenza anch’essa

e…vuoi meravigliarla

ritornando tu…festante dentro

con la spuma…strumento di riso

che t’uguaglia alla magia

trastullo e verità d’attimo… (235)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag