Cullate emozioni…

Ondeggiano le barche

cullate dal mare mosso

che vuole essere l’amico

sprigionando nei pensieri

l’idea di sè grandiosa.

Prepotente nell’ampiezza

esige da noi tutti

il rispetto nella maestosità

quando allungando lo sguardo

ci si perde a rimirarlo.

La maestà del movimento

sinuoso nel ritmo

rende l’animo assai festoso

e nel ritmo sempre uguale

ti protegge come madre

t’accarezza dolcemente

rendendo morbidosa

la parte tua nascosta

come a prendere visione

che forse forse sei grande

anche tu fiero d’essere umano

allarghi di te ampiezza

nell’orgoglio di raccogliere

l’esistenza tua nella consapevolezza

e…benedici la tua testa

e…il cuore e…le sembianze

e…glorii di te la sacralità

perchè sei sacro uguale al mare

e puoi andare oltre assai

superando i limiti di te

per andare oltre assai… (271)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag