Che può…

L’infinita grigezza

…così poco lucente

intristita nel piegato

anche se così spianato

nell’inanzi esposto.

Increspo di vento

crea le onde inseguite

che solcano velocemente

il divenire strariposo

in quel che cambiamento vuole

nel desiderio così arruffoso

di giocare la realtà

condensata in un dilemma

quasi che ciò fosse

l’estremo d’una diversità

che oltraggia quel tutto uguale

nella stasi accomodante

che vuole accrescere se stessa

nel diventare altro.

E’ un seguito nell’esistenza

di chi si riposa da decisioni

aspettando chissà forse quel vento

che cambi l’assetto misero di stasi

in quel che di grande può diventare

in prendere la vita come un “a capo”

nella desiderata conclusione

d’una meraviglia che t’ha baciato

imprimendo forte dentro anima

quel vento spazzante di stasi

che può cambiare la tristezza

…in gioia. (235)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag