Come fossero…

Con me…il silenzio

così denso di me medesima

… che il senso di gioia

m’attraversa nell’intreccio

…come fossero due, mani

…come fossero due pelli

che lisce di morbidezza

potessero riempire comunque

quell’afflato di certezza

nel canto del mattino

nel canto del profuso.

Con me…il silenzio

così denso di parole

accavallate di verità

quando nella sincerità

…bussano ed aprono bugie

…bussano ed aprono speranza

in un canto d’illudevole

che afferri di sogno speranza

perchè il dono di costanza

apre e mai chiude le possibilità

…perchè le vivi le speranze

…perchè le segui le speranze

e…le porti strette nel tuo fondo

…come fossero preziose verità

commisurate al dopo…fra un pò

quando proprio il credere in te

ti regala quell’illudevole reale

che vuoi vivere…ancora vivere

nonostante tutto il dopo

…t’appartiene.

  (153)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag