Regala…

Il posto meraviglia

…ogni volta…regala

nella sua gratuità

la bellezza snocciolata

come se…perle di silenzio

fossero l’anticamera di altro

nella musicalità soave

d’un fruscio dentro

che s’espande d’incanto

come fosse la goccia d’una lacrima

…scioglimento delicato

dinnanzi a ciò che sinfonia

apre nel concertar se stessa

senza dubbio d’udire

questo creato creabile

d’emozionalità afferrosa

quasi trascinosa dentro

in quella sintonia percorsa

in un fiat di respiro

in un fiat di sorridevole

che…s’accuccia dentro

e poi…parla e parla

senza parole ma ridondante

è la percussione d’una frusta

che sembra scuoter l’attesa

di rimanenza altra.

Esaminante è quella risposta

che ti allieta di pienezza

mentre il posto meraviglia

è talmente grande che ti perdi…

  (285)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag