Una sonata dolce…

Una sonata dolce

al piano…creatore d’altro

nella simbiosi d’arte

che fuoriesce da mani esperte

…che volano a creare

l’immensità dell’anima

che vibra parlando con le note.

Parlano di sofficità

quasi timide in se stesse

…affiorano di suono

che spacca il muro invisibile

che spesso rende l’umano solo

così denso di malinconico

che basta sentire quella carezza

dentro dolcità di suono

per crearti il modo di volare

nella sintonia perduta

dentro la vacuità d’esistere.

Una sonata dolce

carezzevole di simbiosi

mentre la corsa della vita

fa perder direzione e sbalzo

quando il dolore di vivere

a volte pesa un pò di più

e lei…la musica fatosa

sembra riportare a galla

quel tuo relitto di carcassa

mentre circondato sei

dalla bellezza d’udire

una carezza di soave

che t’aiuta a credere

…all’invisibile.

  (324)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag