Pupazzetti e…

Il freddo è glaciale

e…non mi piace affatto

questa appannosità

…di vetri rigati

anche se è invitante

andarci su e…rigare

con pupazzetti e scritte

che riportano all’infantile.

A tratti i vetri

sembrano piangenti

in quelle gocce d’umidità

che son lì….piagnose

quasi uno scherzo strano

nel filtrar la luce gialla

d’un lampione fuori

che si riflette striata stranamente.

Il vento bufera sbuffa

raccogliendo nella furia

miriadi di foglie sparse

che sono dappertutto

mentre ghiaccio di serata

è la sola realtà d’ora.

Il calduccio del mio desco

profuma d’essenze profumo

con la mia lampada dei chakra

che sbuffa nel fumo

nei sette colori principali

…d’energia luce

che gira e dà calore.

La mia tranquilla sera

è densa di mistero

in quel divenire nelle ore

sempre più corposa d’anima

che indisturbata e lesta

va oltre il visionato

ad afferrare la distesa azzurra

d’un mare tempestoso

così agitato d’onde

da lasciare lo sguardo perdersi

nella reale distensevole immagine

che si porta dentro di noi

d’una tempistica diversa

che regala lo specchio d’influssi

d’una calma interiore

che è generatrice di dolcezza

verso un viso assai vicino

e vederlo così…gigante… (480)

2 thoughts on “Pupazzetti e…

  1. Pingback: xx

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag