Se tu cambi…

Disquisire stamane

sul dire e fare umano

sembra sciupio d’attimo

che si sprecherebbe d’inutile

mentre distesa di me stessa

sembra solo perchè esiste

il miglior raggio d’obiettività

che mi compete d’elevazione

nell’esser io colma di profusione.

E’ inspiegabile il fiotto d’esistenza

che s’intreccia d’assuefazione

come esser insieme al creato

perpetuo divenire cangiante

nell’accettazione d’attimo

che s’avvicina all’eterno.

E’ un eterno umano

che mi piega alla consapevolezza

d’accettare il mio io

quello che balza dalla fatica

d’aver trovato forse

quella misura d’arresa

a tutto ciò che per me scopro

senza la parola “sconfitta”

che si presuppone appartenere

a chi è così tacito di corsa

non perchè non c’è la propensione

ai cambiamenti interiori impulso

ma…non mi chiedo l’inutile

quando la vita cambia se tu cambi

…essendone specchio.

  (602)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag