Tante volte…

L’onda della vita

è prepotente assai

mentre s’arrotola in te

con l’impeto di forza

attenuante assai di ritmo

allorquando sei strumento

oppure riesci ad accomodarti

con la filosofia appresa

dal farti male…tante volte

dal gioire tanto…tante volte.

Assuefarsi all’abbandono

in quella ritmica pienezza

sembra migliorare lo spasmo

quando l’onda è forte

e ti sconquassa d’energia

mentre l’afferri in pieno

e la paura è solo sintomatica

d’un voler vivere comunque.

Per un attimo è dappertutto

quell’acqua viva d’impeto

che vorrebbe espander morte

con la semplicità d’esser successiva

a quel proseguo di desiderare

la vita sempre pronta ad invitare

l’intensità di te stesso mai arreso

quasi a sfidare ancora

quell’onda capricciosa di portento

per l’intenso invece che produce

nel desiderare proprio l’onda

che arriva e tu…hai imparato… (761)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag