Ramengo…

Riprendersi l’anima

è renderla viva.

E’ una vivezza d’amore

che vuoi condividere

nello sprezzo del disprezzo

che risponde d’anelito.

E’ un anelito di bellezza

che circonda ognuno

in quella soavità

che circonda come un’aurea

l’impossibile lotta

d’ogni vita che fugge.

Si fugge per troppo

in quel sentire troppo

lo sconvolgimento d’averla

così bella che si può impazzire

di quanto quell’aurea

…la nascondi per paura

che il mondo si beffi

che il mondo non capisca

quanto prendere quel Sacro

è riprendersi la vita vera.

Scoraggiati…sconfitti…perdenti

da regole bloccanti

in quei sogni così legittimi

d’una mondanità diversa

dove regni amore osato…provato.

Ecco …ramengo di solitudine

accostarsi a riprendersi l’anima

invasi da orrenda paura

che l’osare soltanto sia troppo…

  (230)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag