Capendo…

Capire il dolore altrui

sembra inutile a volte

quando proprio l’altro

non sa neanche perche’ vive

non sa la bellezza della vita

non sa la dolcezza d’una fonte

quella propria che ha in se’

nell’unicita’ d’esser preposti qui

…a gloriare la vita

non a sputarle addosso

in ogni fuga … in ogni spasmo

in ogni goccia … in ogni disprezzo.

Capire il dolore altrui

…e’ guarire il proprio

quando e’ con l’amore che chiedi

quella pieta’ che tu stesso non hai avuto

per quelle radici interiori…tue

che plasmano l’umano nell’uguale

ogni volta che si e’ nascosti e soli

in un immenso che puo’ travolgere

ad ogni risposta che asserisce

un distacco da quella fonte universale

che puo’ aprirsi in un canale nuovo

che ti fa accedere al dimenticato.

Com’ e’ più facile…dimenticare amore

com’ e’ piu’ illogica questa piega

che nel disaccordo esistenziale

rende la mostruosita’ d’esser definiti

…umani senza esserlo con se stessi.

  (326)

4 thoughts on “Capendo…

  1. I have been surfing online greater than 3 hours lately, but
    I by no means discovered any fascinating article
    like yours. It is lovely value enough for me. In my opinion, if all webmasters and bloggers made excellent content
    material as you probably did, the web shall be a lot more helpful than ever before.

  2. You’ve made some decent points there. I looked on the web for
    more info about the issue and found most individuals will go along with your views on this web site.

  3. These are in fact impressive ideas in about blogging.
    You have touched some fastidious factors here.

    Any way keep up wrinting.

  4. Everyone loves what you guys are usually up too. This type
    of clever work and reporting! Keep up the excellent works guys I’ve you guys to our
    blogroll.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag