Di nuovo…

Eccomi…di nuovo

sul mio silenzio

dentro di esso

cullato dal ritmo

d’onde carezze

che si fondono sempre

con la terra.

Incisivo è l’odore

di salmastro iodato

mentre la baia

…regala ancora

quel senso materno

che ogni volta ritrovo

in una me stessa

ancora piccina d’amore

come a voler certezze

nel canto del mare

nella carezza del vento

nelle ali di un palpito

che è tra me e il mare.

Il mio posto d’emozione

è il canto di me

dentro il divenire

quello mutante e sconosciuto

quello d’un sole interiore

che s’appoggia magicoso

regalando da ombre

nel gigante che sono esse

tutto l’amore per me

tutto il mancato per me… (293)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag