Potessi…

Potessi svegliarti

mio amore amato

che dormi per sempre

senza mai più guardare

i miei occhi così pieni di te.

Potessi sentire

quel respiro di vita

attraversare la tua essenza

che è lì a dominare

il ricordo d’amore riempente

ch’era lì tra noi presenza.

Potessi ascoltare

quella voce così mia

ch’era sempre vivezza

nello splendere di te

esprimente di carezza

anche la voce…carezza.

Potessi abbracciare

il corpo che giace

ormai consumato dal tempo

ormai cenere e basta

e piangere l’amore perduto

e cercare nel volto ormai ricordo

quello sguardo pieno di me

quella certezza piena di me.

Ogni volta eri per me roccia

così salda d’amore

che non posso capire oggi

quanto preziosa può essere

la legge dell’amore e della morte…

  (900)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag