L’uomo corre sempre…

L’uomo corre sempre

dietro i fantasmi delle consuetudini

nel passato…crede di nascondersi

nel presente…crede di non averlo

nel futuro…crede poi che non sarà.

Ritma il tempo della vita

dentro i tre paletti esistenziali

senza recepire che è l’assurdo

correre nel tempo con la prigionia

come fosse il tempo l’incubo

non la considerazione che

…non esiste.

Diamo noi…la parte cerebrale

l’interesse d’una vita

dentro il limite di noi stessi

come fosse palizzata ben piantata.

L’idea del tempo che ti segna

come una rete t’avvolge

come un muro ti attornia

come uno specchio ti riflette

senza pietà è giudice di te

quando fai il bilancio elenco

e vuoi sistemare il tempo …

di quando eri…di quando non sei

…oggi ancora non sei

di quando sarai…se sarai

e…se è giusto esserci così schematico.

Il tempo è ticchettio convenzionale

inventato per rendere regola

non certo per dar lustro…

  (790)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag