Il solito ignorar…

Lucentezza d’acqua

riflettente luci d’argento

come riflessi brillantati

mentre sullo spuntone

in mezzo al mare

…irto

poggia il gabbiano solo.

E’ lì pieno di fierezza

nelle onde che frangono

scogli di nero netto

reso ancor più denso

dalle onde agitate

che tentano di sovrastarlo.

E’ lì pieno d’essere

il baluardo della libertà

quasi a limitare lo spazio

come un guardiano al limite

della saggezza e del sapere

quanto amore invade

la coscienza dell’umano

impoverito da cosità

dimenticoso del suo alto compito.

E’ lì poggiato…senza volo

che sembra attendere chissà

forse un barlume d’intelligenza

forse una pioggia imminente

significativa d’altro ed oltre

in quel far la guardia quasi

alla successione degli eventi

nella placida cognizione

che pioverà ancora

…il solito ignorar.

  (1311)

One thought on “Il solito ignorar…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag