Incrostazioni dicensi…

Pulirsi l’anima

a volte è…piangere

come fosse una fontana

quel diromper d’argini

che magari fino a poco prima

erano lì…indisturbati

a proteggere te stesso

dalla tua stessa fragilità

sembrando forte e imbattibile

e invece quanto…nell’improvviso

c’è d’apertura ulteriore di te

…sempre più in fondo

…sempre più nel profondo

solo che…non si finisce mai

di pulire quelle incrostazioni

poichè nel tempo

sono dure da sfaldare

per quell’insana abitudine

di conservare tutto dentro

…chiuso a chiave

senza più trovare l’apertura.

In quella fenditura di lacrima

c’è la giusta fessura

per rompere a picconate

per irrompere divulgante

come un uragano sono lacrime

poste a sconvolgere

… per ricostruire

solo che è devastante l’uragano

è sempre arrotolato…

  (847)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag