Pakistan…

Il mio amico del Pakistan

vestito di bianchezza

ogni mattino mi saluta

augurandomi col sorriso

…la buona giornata.

Sempre scambiamo parole

e…la nostalgia sua

è sempre il lontano

…che porta dentro

trasmesso con velatura

mentre gli occhi s’accendono.

Racconta della sua Terra

e pure del suo Dio

e sempre ci unisce comprensione

anche se così diversi

afferro invece il suo amore

più di quel che non capiamo

per ciò che ci rende uguali.

Il sorriso è sempre splendido

su quel biancore dentatura

che…nella scura pelle

risplende ancor più

…sembrano perle

come quelle che vende

…con pazienza

su una spiaggia assolata

dove vige il disagio epocale

di borsellini blindati assai

nel vocio di donne esauste

d’esser guardiane dei bilanci

sempre più esigui di bisogni

mentre Pakistan con sudore

tenta di campare anche lui

…dopo tanto sacrificio

…dopo tanto camminare

nella bianchezza perfetta

del suo vestire simbolo…

  (543)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag