Momento di me…

Canto d’uccellini festanti

odo solo e chi…come me

ha attraversato la bufera.

Ho afferrato la morte

…muta nel dolore

ho pianto la mia solitudine

ho cercato la strada

ho vagato nel buio di me

…la luce e la speranza.

Ho accarezzato per lenire

il mio cuore disperato

il mio infinito straripato

il mio piccolo mondo frantumato

spezzato ed inutile il senso del vuoto

nella disperazione totale

quando tutto ciò che sentivo

era nero…era proprio vuoto

…il vuoto della morte

…la rassegnazione da trovare

A volte…nel dolore

cerco la felicità nell’udire per me

…il canto di Dio

amico di me nel dono

amico di me anche se non prego

amico di me perchè lo afferro.

Afferro anche il senso di me

e…incanalo la speranza

…in sogno e… illusione

che possa esistere davvero

…il mio domani sereno

nell’udire il canto di Dio

nel torpore di me

…viva

…consapevole

…disperata

e…ancora nel pianto

sorrido un pochino

…più forte

…più grande

…più certa e…nella gioia

nel trovare il mio io

…afferro questa vita

e…la riempio

con la musica di…poesia…

 

  (1222)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag