A Luigi un anno dopo…

A Luigi…dopo un anno

dove sei cresciuto assai

da fagottino ch’eri.

A Luigi che s’azzarda

nel cercare d’acqua

…l’amicizia

senza paura di toccare

la trasparenza tra le mani

che vorrebbero toccarla dentro

come fosse ciò…possibile.

A Luigi che crescendo

ha sempre l’espressione impressa

dentro una sensibilità palese

nella conquista d’esser degno

d’appartenere all’uomo nuovo

d’una diversa consapevolezza

che vien trasmessa

da genitori attenti all’anima

mentre il viaggio a tre

sembra proficuo d’interesse.

A Luigi che negli occhi ha

quella serena scoperta

d’una giornaliera conquista

di spazio e tempo densi

d’un amore che è legame

d’una famigliola del Sud

che ha valori da tramandare

per quella sanità d’intenti

che non sono misura ovvia

nella sacralità d’esistere…

  (780)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag