La staticità…

La staticità è morte

che…ti dona vita

per quanto è…certezza

di qualcosa che è lì

inconfondibile…reale.

Non ritorna che nel cambiamento

per quanto…evoluzione

rispetto al tutto unificato

che ha fatto di te pedina

in una globalità di nullità

che solo la morte reale

identifica in ciò che è lì

…statica morte

…statica iniziale forma

per quanto quel tutto

…è in te in ogni statico.

Un fiore è parte di te

l’acqua è parte di te

l’atomo è parte di te

l’infinito è parte di te.

E’ tutto in noi…anche Dio

per quell’idea che hai

per quell’impronta ereditata

di una credenza fatta d’ego

perchè se ti rapporti al lontano da te

diventi protagonista d’immagine

in quel presupposto di verità

che credo sia solo comodità

non cambiamento…non evoluzione

in rendere statico lo sguardo

chiuso nella recinzione.

La musica che…non tocchi

un sentimento che…non tocchi

un vedere che…non tocchi

sono l’anima qualitativa

d’un umano così preposto

ad essere re dell’invisibile

che permea la fantasia

come un sogno trasportante

nel mondo parallelo così personale

che già fermarsi e saperlo

rende la qualità della vita

sofferenza perchè si frappone

a quella gioia incommensurata

d’esser intrisi da leggerezza.

E’ una speciale sintonia

quell’invisibile mai toccabile

che le parole vogliono fermare

che le parole vogliono imprigionare

quasi rendendo quel Tutto

…assai personale

quella sonorità del muto

quella grandezza del tanto

l’oltrepassare il senso formale

d’un significare altro.

E’ la sintonia dell’inafferato

che ci rende l’unicità d’essere

proprio quella anima

proprio quell’espressione

così misurabile che è retrocessa…

  (630)

4 thoughts on “La staticità…

  1. If some one desires to be updated with hottest technologies
    after that he must be go to see this site and be up
    to date all the time.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag