Sostituire…

Sostituire i ruoli

è uno scherzetto ambiguo

che alla fine si ritorce contro

allorchè si prende visione

di quanto si è perso

di quanto si è rinunciato

di quanto si è negato a sè.

Sostituire gli affetti

da una madre…ad un’altra donna

da un figlio maschio reso bendato

alle leggi del corpo e dell’anima

con un fantasma anche da morto

di un padre…di una madre

di un figlio…di una donna

si usa la morte per nascondersi

in quel dolore viscerale

d’un legame mai spezzato

che durerà purtroppo in eterno.

Non è amare tenere per forza

un figlio legato sostituendolo

con le mancanze di un altro uomo

una figlia legata come serva

sostituendola come una pedina

nei giochi macrabi dei non risolti

nei giochi magici di forme d’amore.

L’amore non è possedere

nè incantare…nè impedire

è invece lasciare fare esperienza

e rendere la scelta dell’altro

il regalo più bello che esista… (502)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag