Della sua immagine…

Un pescatore solitario

alzatosi imperante sulla barchetta

sembra re della sua immagine

mentre ne ammiro fattezza

che s’erge di vittoria sagomata

in quell’esser proprio in piedi

nell’equilibrio d’un rullio

che nella barca destabilizza

in quell’equilibrio conquistato

solo dall’abitudine di forze.

Tira rete ricca

d’una pescosità paziente

nel chiaro dell’alba

che s’accosta lenta ad essere

giornata di sole pieno

splendente e caldo d’estate.

Tira rete piena

di pescetti argento vivo

che splende di lucentezza

per la vita che singulta

mentre muore per darci sazio

quando verrà ingoiato come cibo

senza vita…morto e cucinato.

Tira rete forzatamente

mentre braccia stanche

sono a pesare sforzo umano

nel tirare quel peso di vita

ancora che rimbalza nella rete

nel voler fuggire dalla morte

mentre invece è solo pesce pescato…

  (780)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag