Quel mai…

La scoperta dell’immensità

così condensata nei corpi

di forme che…diventano

quando sono racchiuse

quasi piegate di forma

che…stringe il divenire

nella diversità d’essere o meno

quella strana sostanza evinta

dalla pace che senti placare

quella disagiante premura

di correre incontro al nulla

se nulla è…mai crescere

se nulla è…mai guardare

se nulla è…mai chiedere.

Si cresce per capire un pò più

si guarda per bearsi davvero

si chiede per l’amore con amore.

Non è pretesa assurda

…quel dettato d’anima

che spinge a ricreare il creato

per quanto puoi essere gioia

non dolore che piega i dettati

non angoscia che inginocchia l’ardire

non ansia che curva il disagio

ma…quella gioia dell’anima

è…il raggiunto equilibrio d’amore

che ti dispone all’apparente arresa

di fronte invece alla vita che è lì

nel tuo corpo di forma

nella tua anima mai di forma…

 

  (697)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag