Non si arrende …

L’inizio del mare

ai miei piedi prostrato

sembra invece finire

nel combacio di bacio

che porge alla terra speranza

d’esser raggiunta d’accosto

quasi legittimata e pretenziosa

di cotanto flusso potente

che continua a beneficarla

nelle onde che segnano onde

da piccolo afflusso d’amore

che ogni arrivo protegge

quasi fosse quel ritmo

costanza d’espressività

d’un abbandono al divenire

…solo acqua che sbatte.

Negandosi d’essere amore

…le cose della natura

diventano oggettivamente abitudini

che neanche vengono pesate

nel vero essere che sono

…bellezza e gioia

d’un ritrovare la vita

proprio nella ripetizione costante

che non si arrende di senso

per quanto tutto il perchè che sono

sembra impossibile da capire

nella gratuità mai ringraziata

di ciò che può essere ora

quest’amore che è mio…d’ascolto…

  (1452)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag