Il naufrago…

Conoscendo ognuno

…quel coraggio

che è vita

si scopre la forza

…d’esser se stessi

come guardandosi

e…per la prima volta

…riconoscersi

accarezzandosi soltanto

piangendo per il bisogno

di quella tenerezza rivolta

…a quella fragilità

che diventa forza

perchè la riconosci

e puoi cominciare da te.

Come naufraghi di noi stessi

intessere nuovo lavoro

in costruire per te stesso

…la tua direzione

perchè il naufrago s’aggrappa

al ceppo residuo che è salvezza

e nella marea così vasta

desidera non morire

desidera ricominciare

perchè vuole salvarsi.

Non soccombe mai

…a tutto il contrario

portatore d’abbandono

ma crede…perchè vuole

ma…comincia a capire

il suo voler non demordere.

Può il naufrago perire

ma la forza dell’amore per se stesso

gli consentirà di farcela

per il bisogno di cominciare

e…per la prima volta

sorridere di gratitudine

per l’occasione d’accorgersi

quanto e quanto è forte

mentre la vita lo abbraccia…

  (465)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag