Con la voce udibile…

Sentire il silenzio

così ricco di senso

è la giustizia resa

all’anima gustante

l’attimo di sintonia

con la profondità comune

tra silenzio e profondità

che s’uniscono e parlano

…con la voce udibile

che solo l’attimo acquisito

regala con magnanimità.

Sentire il silenzio

sentendone carezza

…d’inviolato spessore

…di sicura intensità

…di soffuso parlottio

sembra l’abbandono totale

d’una terrestrità non appagata

da ciò che comunque sei

ricoperto mai da, quell’amorevolezza

che rende il silenzio amore

scoprendo come il buio acquisito

in quell’essere persona incarnata

…non t’appartiene che di striscio

quasi così lontano da te, è

…con te persona

che l’anima è udibile ed apribile

in tutto ciò che veramente è vita

in quell’interiorità palesata

che è musica sfoderata dall’incanto

che il silenzio è voce che senti…

  (394)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag