Ansia…

Il parlottio a raffica

di tanto silenzio ingoiato

sembra travolgere

chi non è così loquace

d’effimero porgere

…quintali di parole.

Sono legami di realtà

che la spaccano d’elenco

tra ciò che è nero o bianco

nel netto della consuetudine

a mai cercare davvero

d’arrivare al di là d’editti

quasi che la paura di scostarsi

dall’abitudine al pensare

così ingoiato nella pelle

che…non s’ha il coraggio

di porgersi alcunchè d’emotivo

quasi che l’incertezza mai provata

fosse il peccato di mai essere

anche incoerenti nella follia

quella d’essere un pò diversità

dentro quel costruito prigione

così asfissiante nei doveri

solo doveri da osservare

per quell’idea fissa dentro

della certezza ad ogni costo.

Ansia è ciò che accompagna

la raffica di mai chiedersi

perchè son vivo morto

mentre m’attacco viscidamente

alle stupide parole rassicuranti… (298)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag