Specchiate…

Le nuvole corrispondenti

…specchiate nel mare

in quel groviglio strano

d’umidità condensata

…si riflettono veritiere

d’un imperante coltre

quasi somigliante a vago

nell’offusco di colori

che sembrano ghiacciati

come se la luce non riuscisse

a superare per risplendere

nell’effuso così in bilico.

Nel lontano della baia

l’argento è primeggiante

al posto dell’oro nel sole

che quando è pieno di se stesso

illumina di spruzzi d’oro

persino la superficie mare

ora un pò triste di tono

nel biancore sparso d’onde

che vogliono esser liete

d’esser ancor loro protagoniste

mentre il vento sposta massa

facendola muovere a comando

quasi che fosse un gioco allegro

…giocare e giocare davvero

negli spruzzi di barche ardite

che si rincorrono e poi virano

creando nel mezzo del mare

vortici e spuma bianca

mentre s’intersecano le vie

quelle delle scie lasciate

che formano confusione

nella velocità di passaggio

che sposta la pace altrove…

  (243)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag