Interpretar le paure…

Interpretar le paure

…d’un genere umano

così accostato alla negazione

perchè non si è protagonisti

…della propria anima

è il delittuoso incedere

che si verifica sempre

per quell’incapacità a rendere

quell’amore enorme a disposizione

che…si ha paura d’esprimerlo

nella fuga verso il perdersi.

Perdersi nel perduto

come un girotondo mangiatore

di anime immerse di solaggine

cosi’…barricate dietro il vietarsi

il regalante che è…anima.

Quel dono che portiamo

fin dal primo aprir d’occhi

è costellato di preziosità

che viene inabissata in fondo

nel posto più buio della notte

e ricoperto bene di mascherata

in quel “io sono”che non serve a niente

in quel “io ho”che non è riempente

in quel “io” altisonante nell’eco

quasi che da un dirupo

urlassimo fortemente

senza che l’eco così naturale

abbia risonanza nell’Universo

perchè non si palesa la paura…

  (461)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag