E’ un cogliere…

Mi ero persa proprio

dietro i meandri miei

quelli che vorrebbero spiegare

l’irrangiungibile afferrabile

quando gli consenti d’essere

l’ottimale afferramento d’anima

così che puoi…a volte

…fermarne il senso

anche se sempre c’è il mistero

quello che ti seduce invisibile

per quell’inviolato che raggiunge

…solo nell’estensione di te

nell’immagine d’un solidifico

che sai essere…d’un attimo

quando ti lasci cogliere.

E’ un cogliere a cui dai permesso

come se…aprissi te

quella meraviglia troppa

che può essere l’estatico

davanti al quale t’inchini

nella misura di quel mistero

che chiunque può afferrare.

Il silenzio è compagnia

mentre viaggi di mente

unica disturbatrice

che crea disagio giudice

di quel raggiunto sommerso

che si concentra estaticamente

quasi che la corposità svanisce

nell’identità d’altro

che appartiene al mistero.

Abbandonarsi tacitamente

in quella densità trascesa

è l’indice d’anima

che raggiunge le vette alte

d’un posto particolare assai

dove sei libero d’ombra o luce

mentre la dolcezza

…stringe d’abbraccio

l’attimo così fuggente…

  (744)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag