Quell’io…

Perdere la soggettività

sembra punire quell’io

che sovrasta in ognuno

come quello scettro di comando

che…lasciamo a guida

di ciò che d’incompreso ci porgiamo

quando si cresce solo un pò

diventando per lo meno intrisi

da meno peso di “soggetto”

che dà la certezza falsata

in quel che d’abitudine ti porgi

per poter poi solo sopravvivere.

Perdere la soggettività

è un cammino in salita

dove sei solo a porgerti

quei doni esaudibili

solo da non essere che zero.

Più si è zero …più si è

più si è quel nessuno…più si è capito

quanto sei vicino al cielo

perchè lo attraversi e t’inabissi

con la stessa libertà consentita

a qualsiasi vento che è vento

a qualsiasi onda che è onda

a qualsiasi andare che è prendere

proprio dalla sensazione emotiva

che rende quel non spiegarsi mai

perchè ciò che è…è lì…per te

perchè ciò che è…è lì…da guardare

con l’anima non con la mente…

  (532)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag