E… piano spunta…

Quando ancora è notte

e…piano spunta il giorno

quella stasi esistenziale

che è il parlottio intenso

prima del subentrar di mashera

è quell’attesa dentro

…quel giorno nuovo

…quel chiarore che veloce torna

ecco…sembra equilibrar

del giorno ch’abbandona notte

…il magico d’una magia

così eterna che sembra ferma

a far di te stesso movimento

mentre affronti il chi vuoi essere

mentre calibri dentro l’intensità

mentre nasci ancora e ancora.

Il nuovo di sorger nonostante

sembra venirti incontro

come quella luce che s’espande

a risvegliar mondo a te.

E’ una catena d’attimi

così intrecciati tra loro

da non pesarli di valore

nell’abitudine affiancata dentro

che non esplode di sorpresa

per ciò che rappresenti qui

anche solo per te stesso

pronto a vivere nell’ancora

con l’attesa d’intrecciare

vita con la vita oltre l’evidenza…

  (925)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag