Il danzar…

Il danzar di foglie

così rimaste ancora

a far da compagnia

a rami rinsecchiti e tristi

…sembrano nel fruscio

ondeggiar nell’armonia

cercando di lasciare il fusto

che ancora le sorregge

nel poco tempo ancora

che rimane d’appartenenza.

Rami spogliati e nudi

sono vuoti di vita

quasi in apparenza morti

mentre la vita è aleggio

in quell’esser simbolo di freddo

che impoverisce pure i rami.

Verso l’alto del cielo

ringraziano l’impervio

sapendone la saggezza

quella che a noi manca sempre

che dimentichiamo le lezioni

nell’ opportunità di crescita

che può invece…produrre tanto

anche quando sei ramo spogliato

da tutto ciò che può essere evidente

nel mai chiedere per se stessi

d’esser coerenti alla natura

che da sola…senza apparente intelligenza

assolve al suo destino d’essere

albero…non uomo che disfa sempre

…ciò che è la vita in sè.

 

  (926)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag