Quel privilegio…

Pioggia è costante

in un tempo di perdurante

che le stagioni inseguono

nel loro esprimersi pieno.

La fredda aria d’umidità

è ciò che s’infila dentro

nel disagio di salute

che picchia solo d’inesorabile

gli adulti ed i bambini

febbricitanti d’influenza

nel bacucco di coltri

vezzeggiati dal dolce far niente

nel calore riparatore di malanni.

Quel torpore delle coltri

è rassicurante di dolcezza

quando rigirandosi accucciati

si arcuisce la debolezza

che sempre il malanno infligge.

Chi è solo soletto

a combattere tosse e raffreddore

è lì…come un poverino

che fa l’eroe pure di forza

perchè è grande ed autosufficiente

mentre invece è proprio solo

mentre combatte la sua guerra

cercando d’esser grande ancor di più.

Ahimè!…E’ inverno d’abbracci

perchè manca quel privilegio

d’esser piccini e coccolati

d’esser amati indissolubilmente… (209)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag