Come il vento sussurro.

Le onde cullate dal vento

come impeto…muovono

l’andare e venire

con la violenza

come…sferzate d’acque

in spruzzi luccicosi

che è re del suo moto

come…prendendo la vita

…sprigionarla tutta intorno

acclamando se stesso

nella sua consistenza.

E’ arrabbiato con noi

…umani da poco

che…non guardano oltre

in quegli argentati flutti

cercando forse…se stessi.

Distratti da tanto

senza avvedersi che

..delle proprie priorità

inutilmente accompagnose

non si ferma la vita

gustando il sapore

…d’esser vivi e regnanti

nella pazzia di vivere

senza mai giocare

sì…con gli spruzzi dorati

prendendo la gioia

d’esser così unici e grandi

come il mare d’inverno

come il vento che porta sussurri. (469)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag