Quando…

Quando le parole

…sono solo parole

e…non riescono più da sole

ad accogliere un significato

è che …nel miscuglio di te

non è ancora pronto

il tuo voler dire.

E’ un fermento che è lì

e…cresce d’intensità

e…muore d’intenti

e…compare e scompare

come un tedio d’angoscia

che alla fine…lo so

riuscirà ad avere espressione.

E’ come sapere e no

oppure capire e no

oppure l’afferri quel filo sottile

che…gira a scavare dentro

come un chiodo che gira

e che deve fermare…non legno

ma… un pezzo d’anima.

In tutta la serenità costruttiva

perchè è…un cullarsi di tenero

…ho carezza per me

attraverso la paciosa attesa

d’aprire altri angoli

nel caos esistenziale

che a tutti appartiene

solo che accorgersi

significa altro…

  (1189)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag