Quel…io sono.

Quanta solitudine

investe ognuno

…sempre

in quella fuga

…non eroica

di non consapevolezza.

Il vocio cosmico

riempito di nulla

perseguita il viaggiatore

che dalla superficie

viene letteralmente avvinto

come da braccia sinuose

della più grande negazione.

Nega a se stesso

…di possedere tesori

non acquistabili

ma..dati in dotazione

gratuitamente inglobati

in quel dirsi d’appartenere

…a razza umana.

E’ una qualifica che dona

…sapere veramente

quel…io sono

nella diversità d’ognuno

nella varietà d’essere

dirsi ognuno…io sono.

Quel dirlo

è aver trovato

in se stessi la chiave

quella che apre la divinità

di essere altro da cosa

di essere quel…io

…qualificante.

  (541)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag