Percorrendo te…

Questo cullar di onde

sopravviverà a me

come nei secoli…a tanti

in quell’eternità

in quel per sempre.

Quanti amori

nati al ritmo d’onde

nella passione d’attimo

che è…prorompenza di sensi

e… altrettanti addii…qui

…di fianco al mare

e…quante attese ed arrese

nel sognare amore invadere

in quei mille pensieri

…di pianti e di gioie.

L’eterno è qui

…davanti a questo mare

condividente anima

che porgi a te stesso

prigioniero d’un corpo

che…non rende giustizia

al naufragar dolce

solo allo sguardo espanso

che..naviga lontano

…oltre quel limite personale

dove afferri l’essenza

cullato dal ritmo antico

mentre…tutto tace

nella pace oblio

…percorrendo te stesso.

  (753)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag