Il gabbiano…

Il gabbiano ad ali aperte

mi viene incontro spedito

con la mia invidia tesa

a carpire la sua liberta’

di poter lui essere…se stesso.

Il gabbiano d’ali perfette

piu’ largo quando e’ teso

nella dimensione mai dimenticata

rimane sospeso nel cielo

senza alcun movimento apparente

per quanto vibra di desiderio

per noi inafferabile

per noi impossibile

d’esser capace di cotanta arditezza

dentro il galleggiar nel cielo.

E’ orgoglio che palesa

che stupidamente si vorrebbe capire

ma e’ insito in quel ruolo esplicato

la grandezza dell’inviolato

l’unica potenza capace di sogno

che puo’ donare lo stesso orgoglio

quando ci voli accanto ai sogni

e…li fai talmente parte di te

che ti fai dono d’impareggiabile amore

per quanta proiezione d’anima

nasconde quella sicurezza di vibroso

che s’accosta e fa di te parte

per l’indissolubilita’ d’una ampiezza

che circonda l’anima ed il gabbiano

ad esser l’unico volo oltre il possibile…

  (222)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag