Il giorno che finisce…

Il giorno che finisce

e’ rattristato dall’effimero

quando vola una giornata

consumata e non vissuta

per quel girar di trottole

che tante volte c’accomuna

nello spreco cosi’ evidente

d’energia e tempo

correndo magari in fretta

con l’ansia inseguitrice

che sembra mangiarsi la vita

in un bombardamento all’esistenza

che si spegne nel lento correre.

Come una moviola

migliaia di fotogrammi

come flash di desideri

come flash di pazzie

quelle che avresti voluto

e poi arreso hai perso

nell’ormai…che e’ volato.

Come una moviola

altri migliaia di fotogrammi

che vorresti magari rivivere

con un pezzo di te diverso

in quel dato piu’ denso

in quel preso piu’ grande

in quel dire piu’ muto di parole

in quel pieno piu’ pieno di te

e t’accorgi cosi’ d’esser vuoto

…vuoto di te.

  (820)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag