Il mio amore del cielo (24/9/’09).

Il mio amore del cielo

…manca nell’anima

…manca nella quotidiana

significazione palese

in quel non essere più.

Visivamente non c’è

in quella perdita di corpo

che assaggia d’una persona

…la quantità non la qualità.

E’ la quantità di essere sparito

…dal non poter abbracciare

nè parlare…nè darsi tenerezza

nè essere sospeso di dolcezza

in gesti e parole pieni

in sguardi e mutezze infiniti.

Nel silenzio assaporo il gusto

quando perdi una roccia

dove potevo sicura aggrappare

…ogni fibra di me

…ogni gioia e dolore di me

…ogni infinitezza volata con lui.

Nella qualità d’un anima

ne assapori l’assenza

mentre il silenzio è vibroso

…di emozione al pensare

…di vuoto al tempo spazzato

in un attimo non si è più

per diventare qualità

…mai più quantità

per essere visualizzato ogni volta

come l’anima d’amore che ancora

e…ancora e…ancora riesce a donare.

Grazie d’essere amore…

  (418)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag